Category Archives: #IoNonDimentico

2 Febbraio: Prossima fermata – una storia per Renato

La presentazione del fumetto Prossima fermata. Una storia per Renato sarà l’occasione per raccontare la storia di Renato e delle tante aggressioni che si sono susseguite in questi anni. Si parlerà dell’evoluzione e della normalizzazione dei messaggi di odio e intolleranza che l’estrema destra nel nostro paese e in Europa ha contribuito a diffondere. Sarà anche l’occasione di come sia necessario mantenere alta l’attenzione e non lasciar cadere il silenzio su questa pericolosa deriva, perché si possa costruire insieme una società migliore, solidale e inclusiva.

Ne discuteremo con gli autori del fumetto ZeroCalcare ed ERREPUSH, con Guido Caldiron, giornalista esperto dell’estrema destra italiana ed europea, e con Gioacchino De Chirico di Moby Dick. Oltreché con i promotori dell’iniziativa: il Comitato Madri per Roma Città Aperta, la nascente Rete Antifascista di Roma sud e il progetto editoriale Kairos.

2006 – 2016 #IoNonDimentico

Questo 2016 volge al termine e come ogni fine anno è tempo di tirare le somme e per noi anche di ringraziare e restituire, seppur in minima parte, l’esperienza di un anno di iniziative dedicate a Renato e non solo… per noi, dedicato a tutt* coloro che resistono al fascismo, al razzismo, al sessismo e alla repressione, ovunque.

Un anno intenso quello della campagna #ionondimentico, fatto di tante iniziative, riunioni ed assemblee, mobilitazioni e incontri.
Un anno di musica, parole, immagini, disegni, lacrime e sorrisi. Ma anche di rabbia: dopo la morte di Renato, Dax, Carlo, Nicola, Abba, Carlos, Clement e tanti altri in questi anni, nonostante il forte impegno antifascista dei compagni e delle compagne, di giovani e meno giovani, prosegue l’avanzata delle destre, del razzismo, dell’intolleranza nelle periferie delle nostre città. Le aggressioni continuano, come quella, tragica, contro Emmanuel a Fermo, e come tante altre negli ultimi mesi. Si continuano a costruire muri per respingere chi fugge dalla guerra e dalla fame e a fomentare la guerra tra poveri.

Eppure, dopo mesi d’iniziative in lungo e in largo per l’Italia e di presentazioni del fumetto Prossima Fermata (quasi 30, in meno di 6 mesi) ci accorgiamo che sono tanti i territori che resistono! Realtà molto diverse fra loro dove abbiamo incontrato persone che forse, senza il pretesto del fumetto, non avremmo mai avuto la fortuna d’incontrare.
A tutti, quindi, un grazie per averci permesso di vivere importanti momenti di discussione, confronto e crescita, nella ricerca di un nuovo e attuale concetto di antifascismo, così necessario oggi.

Nel 2017 questi incontri proseguiranno, durante le presentazioni già in cantiere e in quelle che verranno e per cui ci mettiamo a disposizione. Sperando che le possibilità si moltiplichino perché un intervento culturale e sociale convintamente antifascista, antirazzista e antisessista non solo è importante ma è necessario nel nostro paese.

Non abbiamo ricette in tasca o cattedre su cui salire, ma la grande responsabilità di raccontare la storia di Renato, la storia di uno di noi la cui vita è stata spezzata dalla banalità del male che ha armato le mani di due giovani fascistelli di periferia.

E, ancora, ringraziamo tutte le persone che hanno reso possibili le tante e diverse iniziative di quest’anno. Stefania, sempre presente, sempre al nostro fianco, una leonessa dal palco del 25 aprile a Roma quando ricorda i partigiani di ieri e gli antifascisti di oggi. Coloro che hanno realizzato tutti i progetti che restano per non dimenticare: il fumetto Prossima Fermata, la compilation Renoize – 3 cd dimusica e parole dedicate a Renato-, il video documentario su Renato e questi 10 anni, e infine, le 4 giornate di Renoize 2016.
E, ovviamente, tutt* coloro che queste iniziative le hanno attraversate e vissute fino all’ultima emozione. Tutti quei visi, quei sorrisi, quegli occhi lucidi, quegli abbracci forti e decisi che abbiamo incrociato scambiato condiviso.

Questo 2016 finisce, ma non finisce la nostra passione, la nostra volontà di non dimenticare, la nostra determinazione a non fare mai un passo indietro contro il fascismo. Inizia anzi un nuovo anno in cui tante iniziative sono già in cantiere e tante altre da costruire!
Perché come abbiamo già scritto citando Umberto Eco:
Il fascismo eterno può ancora tornare sotto le spoglie più innocenti. Il nostro dovere è di smascherarlo e di puntare l’indice su ognuna delle sue nuove forme, ogni giorno, in ogni parte del mondo. Libertà e liberazione sono un compito che non finisce maiChe sia questo il nostro motto: Non dimenticate!”

I compagni e le compagne di Renato

Comitato Madri per Roma Città Aperta

Kairos-moti contemporanei

Lettera di Davide Rosci

Teramo 26/07/16

Ciao!
Ho ricevuto ieri il plico contenente il libro “Prossima Fermata” dedicato al caro Renato e vi ringrazio di cuore.

Ogni sera, quando chiudono le celle, mi dedico alla lettura e in quelle due ore e più con la testa volo libero fuori da qui.

Ieri sera ho finito il testo e ho avuto in mix di sensazioni. Prima il fumetto mi ha strappato sorrisi è molto bello e porta a riflettere. Poi nella parte in cui si riportano i tanti pensieri per Renato mi sono scappate un sacco di lacrime.

Il pensiero di Stefania mi ha commosso troppo così come quello della fidanzata.

Con Stefania da libero mi sentivo spesso su Facebook ed ho potuto constatare personalmente che grande donna è. Ha reagito alla morte di Renato come una vera guerriera e la lotta che porta avanti contro il fascismo rende orgogliosi tutti coloro che si definiscono compagni.

È struggente pensare a come hanno ucciso Renato e il coraggio di questa donna deve farci capire che davanti al fascismo bisogna sempre reagire e il movimento dovrebbe prendere esempio dal Comitato delle Madri per Roma Città Aperta.

Purtroppo passeranno diversi anni prima che io esca di qui, ma non demordo e aspetto il giorno in cui tornerò libero.

Nell’attesa vi mando il mio abbraccio e un saluto a pugno chiuso.

Vi chiedo di salutarmi Stefania e le Madri e fare i miei complimenti a Zerocalcare ed Erre Push.

A presto
Davide

RENATO VIVE

Programma Renoize 2016

Questo è il programma di Renoize 2016!
Il programma della 4 giorni potrà subire alcune piccole variazioni che comunicheremo sia qui che su facebook!

Il 27 agosto come ogni anno saremo a Focene dalle 16 in poi per il torneo di beach rugby e di beach soccer antirazzista, aperitivo musicale e la proiezione della video intervista collettiva a cura di attrice contro e daniele napolitano.

Giovedì 1 settembre dalle ore 18 ad Acrobax concertone con:
Los3saltos feat. Adriano Bono
Premier linee
Bestie rare
Assalti Frontali
99Posse
E tanti altri

Venerdi 2 settembre appuntamento a P.zza Sauli a Garbatella per una serata dedicata al teatro e all’arte di strada

Dalle ore 18.30:
Parata Colorata e Antifascista per le strade di Garbatella con il Frente Murguero Romano, Giocolieri, Clown, Circensi, Migranti e Residenti.

Dalle ore 19.30 apericena e:
Spettacolo di Arte di Strada #noborders “Giochi senza Frontiere?”
Cabaret Antifascista
Teatro dell’oppresso

Sabato 3 Settembre dalle ore 18 a Parco Schuster serata finale con:
Zerocalcare
Rancore
Veebelfezer
Baracca Sound
Radici nel cemento
ZionTrain
E tanti altri!

Ancora una volta contro ogni fascismo
#ionondimentico Renato Biagetti

Comunicato Renoize 2016

27 agosto 2006
27 agosto 2016 -1-2-3 settembre 2016
#Ionondimentico Renato Biagetti

10 anni di memoria lotte antifascismo

Sono passati 10 anni da quando sulla spiaggia di Focene, estrema periferia di Roma, Renato Biagetti, giovane ingegnere di 26 anni, veniva ucciso con nove coltellate all’uscita di una dance hall reggae da due giovani neofascisti della zona. Ucciso solo perché diverso, solo perché una zecca, solo perché estraneo a quel quartiere.

In questi 10 anni la storia di Renato si è intrecciata con tante altre storie, nelle piazze e per le strade, in tantissime iniziative. Non abbiamo mai smesso di raccontare la verità su quella notte, di chiamare le cose col proprio nome, di denunciare le responsabilità politiche di coloro che con i loro messaggi di odio e intolleranza hanno armato le mani di quei due giovani fascisti di periferia ieri, ma purtroppo ancora oggi, come ci dimostra la storia di Emmanuel a Fermo solo per citare l’ultimo grave episodio.

Questo decennale si affaccia in un clima generale di un nuovo fascismo sempre meno strisciante, fatto, come sempre, di odio razzista e di un potere che assume forme sempre più violente nei confronti delle popolazioni,
e proprio per questo abbiamo deciso di dare vita ad un percorso lungo un anno, attraverso la campagna “Contro ogni fascismo #ionondimentico”, fatta di iniziative e mobilitazioni in cui si sono incrociate lotte, territori e percorsi.

Abbiamo girato e continueremo a girare l’Italia per presentare il fumetto Prossima Fermata. Una storia per Renato scritto da Zerocalcare ed ErrePush.

Ma ora il 27 agosto si avvicina e come compagne e compagni di Renato, come Comitato di Madri per Roma Città Aperta vogliamo invitare tutte e tutti ad essere a Roma nella settimana dal 27 agosto al 3 settembre, in cui ricorderemo Renato a 10 anni dal suo omicidio.

Il 27 agosto come ogni anno saremo nuovamente a Focene per ricordare Renato lì dove venne ucciso in quell’alba di fine estate, lo faremo attraverso lo sport antisessista e antirazzista con musica e parole per non dimenticare.
Dal primo al 3 settembre invece lo ricordaremo in diverse iniziative, per raccontare cosa vuol dire oggi per chi scappa dalla fame e dalle guerre resistere contro confini e razzismo, cosa significa resistere alle politiche di austerity nelle città sui posti di lavoro nelle scuole e nelle università, cosa significa lottare contro sfratti e sgomberi e contro chi devasta i nostri territori, insomma cosa significa, come abbiamo gridato in piazza il 25 aprile essere antifascisti oggi! Per questo il 2 settembre saremo in piazza Sauli a Garbatella per gli spettacoli del cabaret antifascista e antirazzista, mentre il 1 settembre ad Acrobax e il 3 settembre come ogni anno a Parco Schuster dalle 17 in poi, per una due giorni di musica parole immagini cultura e politica, Renoize 2016!

Ancora una volta, contro ogni fascismo per non dimenticare mai

Martedi 19 luglio ore 18 @loa Acrobax Assemblea cittadina per la costruzione di Renoize 2016

27 agosto 2006
27 agosto – 2 e 3 settembre 2016

10 anni per non dimenticare

Martedi 19 luglio ore 18 @loa Acrobax
Assemblea cittadina per la costruzione di Renoize 2016

“Chi non dimentica continua a lottare”, abbiamo scritto nel fumetto “Prossima Fermata” dedicato a Renato da Zerocalcare ed Erre Push, una delle tante iniziative di questo decennale. Per questo, insieme a tutte le compagne e i compagni con cui abbiamo animato la campagna‪#‎ionondimentico‬, anche quest’anno abbiamo pensato che uno dei modi migliori per ricordare Renato fosse nelle lotte quotidiane, nelle manifestazioni antifasciste e antirazziste, ma non solo. Abbiamo provato a sperimentare nuovi linguaggi e ad intrecciare altre storie. Oggi come 10 anni fa è necessario raccontare la verità: di fascismo e di razzismo si muore ancora. È accaduto a Fermo nei giorni scorsi. Le responsabilità sono chiare, sia di quei politici che incitano all’odio contro il diverso, sia di chi fa sua questa retorica e ne fa pratica politica fatta di insulti ed aggressioni che, a volte, possono portare anche alla morte. È per questo che non dobbiamo dimenticare! È per questo che dobbiamo continuare a raccontare!
Oggi, come 10 anni fa e come in tutti questi anni, vogliamo ricordare Renato anche attraverso la musica in tutte le sue espressioni, perché veicolo di messaggi di vita, di lotta, di resistenza.
Per questo invitiamo tutte e tutti martedì 19 luglio alle ore 18 ad Acrobax per organizzare insieme la settimana di iniziative dal 27 agosto a Focene, dove Renato fu ucciso per mano fascista, al 2 settembre ad Acrobax, fino al 3 settembre a Parco Schuster. Renoize è da sempre un momento collettivo a partire dal ricordo di Renato ed oggi più che mai deve produrre un processo di rilancio di contenuti e pratiche dell’antifascismo romano, e non, che appartengano a tutt*.

Contro ogni fascismo
#ionondimentico Renato Biagetti

Punti distribuzione di “Prossima Fermata. Una storia per Renato”.

Questa la lista dei punti distribuzione in cui è possibile trovare il fumetto di ZeroCalcare ed Errepush “Prossima Fermata. Una storia per Renato”, una produzione pen (sata per i 10 anni dalla morte per mano fascista di Renato Biagetti.

Per info, presentazioni o diventare un nuovo punto di distribuzione
si può scrivere a presentazionionondimentico@gmail.com Continue reading Punti distribuzione di “Prossima Fermata. Una storia per Renato”.

Calendario presentazioni di: “Prossima fermata. Una storia per Renato”

Di seguito il calendario, in aggiornamento, delle presentazioni del fumetto “Prossima fermata. Una storia per Renato”, un’ autoproduzione sostenuta dalla campagna #IoNonDimentico e a cura di Kairos Edizioni, Zerocalcare ed ErrePush.

Per informazioni sull’organizzazione di altre iniziative di presentazione potete scrivere a: presentazionionondimentico@gmail.com

www.ionondimentico.noblogs.org

contatti:

3394611835

3496032110

  • 30 settembre Napoli (Ex Opg)
  • 7 ottobre Bologna – (piazza scaravilli – zona università)
  • 13 ottobre Fano (CS Grizzly)
  • 13 ottobre Perugia (rude grifo)
  • 14 ottobre Jesi (SC TNT)
  • 14 ottobre Roma Ex Snia Logos
  • 15 ottobre Civitanova Marche
  • 30 ottobre Lucca (Borda!Fest)
  • 18 novembre Colle Val d’Elsa (si)
  • 26 novembre Berlino

Appuntamenti passati:

  • 24 giugno @ crack forte prenestino Roma (Evento Fb)
  •  8 luglio @ festival soccavo Napoli
  • 7 luglio @ cullettivu s’idea libera Sassari
  • 8 luglio @ sa domu Cagliari, 9 luglio @ Carbonia ex miniera serbariu
  • 15 luglio @ gpa Milano
  • 23 luglio @ festival alta felicità Venaus
  • 9 agosto @ noracismcup Otranto
  • 20 Agosto @ campetto occupato Giulianova
  • 22 agosto @ festa di radio onda d’urto brescia
  • 3 settembre @ renoize parco schuster Roma

13393943_1565426270418917_5117855711633445287_n

 

Di seguito il comunicato:

“Prossima fermata. Una storia per Renato” Un fumetto di Zerocalcare e Erre Push, autoprodotto dalla campagna #ionondimentico Prima presentazione 24 giugno 2016 ore 21 @Crack Festival (Forte Prenestino, Roma) Il prossimo 24 giugno 2016 all’interno di Crack festival del fumetto alle ore 21 verrà presentato per la prima volta il fumetto autoprodotto dalla campagna #ionondimentico scritto e disegnato da Errepush e Zerocalcare e dedicato a Renato Biagetti. Sono infatti passati 10 anni da quando Nel 2006 a Focene, estrema periferia di Roma, Renato viene ucciso da due giovani neofascisti. Solo perché riconosciuto come diverso: “una zecca” estranea a quel quartiere. Anni in cui la parola “equidistanza” inizia a essere usata per indicare “opposti estremismi”. Anni in cui emergono con chiarezza alleanze e contiguità tra partiti xenofobi e di destra “istituzionale” al potere, e i gruppuscoli neofascisti lasciati liberi di agire nelle strade. Si diffonde una cultura dell’odio e della violenza contro gli ultimi e i “diversi”, che passa spesso per intimidazioni e aggressioni, non di rado a colpi di coltello. Lame come quelle che hanno ucciso Renato. Come si legge nella prefazione firmata da Zeropregi, “ormai il quotidiano è peggio di qualsiasi brutta storia che possa uscire dalla nostra fantasia”. La guerra agli ultimi e ai poveri è all’ordine del giorno, resa possibile grazie a un senso comune intriso di razzismo. Prossima fermata. Una storia per Renato, di Zerocalcare e Erre Push è un attualissimo viaggio a fumetti, che va ritroso nel tempo lungo questi dieci anni così importanti per il nostro paese e per l’Europa. Per raccontare la storia di Renato e di chi in questi 10 anni non ha mai smesso di raccontare questa storia e di incrociarne tante altre, perché chi non dimentica continua a lottare.

23 Giugno @ Crack presentazione di: Prossima fermata. Una storia per Renato – Fumetto di Zerocalcare e ERRE PUSH

13393943_1565426270418917_5117855711633445287_n

Prossima fermata. Una storia per Renato

Fumetto di Zerocalcare e ERRE PUSH, autoprodotto dalla campagna #ionondimentico

Prima presentazione 24 giugno 2016 ore 21 @Crack Festival (Forte Prenestino, Roma) (evento fb)

Il prossimo 24 giugno 2016 all’interno di Crack festival di arte disegnata e stampata (http://crack2016.fortepressa.net/) alle ore 21 verrà presentato per la prima volta il fumetto autoprodotto dalla campagna #ionondimentico scritto e disegnato da ERRE PUSH e Zerocalcare e dedicato a Renato Biagetti.

Sono infatti passati 10 anni da quando, nel 2006 a Focene, estrema periferia di Roma, Renato viene ucciso da due giovani neofascisti. Solo perché riconosciuto come diverso: “una zecca” estranea a quel quartiere.

Anni in cui la parola “equidistanza” inizia a essere usata per indicare “opposti estremismi”. Anni in cui emergono con chiarezza alleanze e contiguità tra partiti xenofobi e di destra “istituzionale” al potere, e i gruppuscoli neofascisti lasciati liberi di agire nelle strade. Si diffonde una cultura dell’odio e della violenza contro gli ultimi e i “diversi”, che passa spesso per intimidazioni e aggressioni, non di rado a colpi di coltello. Lame come quelle che hanno ucciso Renato.

Come si legge nella prefazione, firmata da Zeropregi, “ormai il quotidiano è peggio di qualsiasi brutta storia che possa uscire dalla nostra fantasia”. La guerra agli ultimi e ai poveri è all’ordine del giorno, resa possibile grazie a un senso comune intriso di razzismo.

Prossima fermata. Una storia per Renato, di Zerocalcare e ERRE PUSH è un viaggio a fumetti, che va a ritroso nel tempo, lungo questi dieci anni. Per parlare di Renato, di chi non ha mai smesso di raccontare la sua storia e di incrociarne tante altre, perché chi non dimentica continua a lottare.

Interverranno: Madri per Roma Città Aperta, Zeropregi (che ci ha regalato la prefazione), Errepush e Zerocalcare che saranno presenti dalle 20 al banchetto. A seguire proiezione e reading del fumetto.

 

13 MAG // ASSEMBLEA PUBBLICA – CASAPOUND NOT WELCOME

Dopo essere stati scaricati da Matteo Salvini e Giorgia Meloni i neonazisti di CPI tentano per l’ennesima volta la corsa per un posto in Campidoglio agitando all’interno della campagna elettorale questioni pericolose che parlano di odio, razzismo e intolleranza, soffiando sul fuoco della paura e della sicurezza e chiamando ad un corteo nazionale in contemporanea con altre città europee dal titolo evocativo “Difendere l’Italia”. Il tentativo di convocare “una mobilitazione di tutti gli uomini liberi in difesa dei confini, delle tradizioni e dell’identità per fermare il terrore e le forze malate che cinicamente lo alimentano perché tutti assistiamo alla stessa sostituzione di popolo in atto, tutti abbiamo a che fare con minacce ideologiche come il gender.” Continue reading 13 MAG // ASSEMBLEA PUBBLICA – CASAPOUND NOT WELCOME